L’impasto e la miscela
di farine italiane

L’impasto a lunga lievitazione è il segreto della pizza CrunchyPi; ottenuto dalla lavorazione di una miscela delle migliori farine italiane, rende la pizza altamente digeribile e fragrante, ricordando quei sapori di una volta, tipici della cucina Mediterranea.

Il metodo artigianale garantisce la qualità che il marchio CrunchyPi ricerca e garantisce per ogni suo prodotto.

Ogni tipo di impasto da quello realizzato per la pinza a quello prodotto per la teglia romana, rendono la pizza CrunchyPi un alimento genuino, facile da cucinare e adatto ad ogni tipo di palato.

Mozzarella fiordilatte, bufala,
vegetale o senza lattosio

La mozzarella è un alimento tradizionale, tipicamente italiano. È un formaggio fresco a pasta filata, ottenuto dalla lavorazione di latte di bufala o di latte vaccino; è uno degli ingredienti fondamentali per la riuscita di una buona pizza.

Tra le tante varietà, il fiordilatte asciutto utilizzato da ChrunchyPi è il più indicato per la pizza perché è in grado di legare i sapori tra loro, visto che non contiene troppi liquidi. La mozzarella per pizza CrunchyPì è a km 0 e ottenuta dalla lavorazione del latte fresco di Nepi.

Tra le diverse tipologie è disponibile anche la mozzarella di bufala, prodotta al cento per cento con latte di bufala, la mozzarella vegana a base vegetale, priva di colesterolo e di grassi animali e la mozzarella senza lattosio.

La polpa di pomodoro pugliese bio

La polpa di pomodoro per il condimento delle pizze CruncyPi è biologica al 100%. I pomodori, coltivati nei migliori terreni pugliesi, crescono sani e nutrienti, grazie al processo naturale che ogni pomodoro può seguire.

Sono monitorati secondo standard agronomici che prestano attenzione alla qualità del prodotto, al gusto e al giusto valore nutrizionale. Tutti i pomodori vengono selezionati con cura e lavorati da freschi, per conservare intatta la naturalità ed esaltare la loro inconfondibile fragranza.

Durante la crescita del pomodoro non viene utilizzato alcun tipo di pesticida chimico o altre sostanze chimiche, questo garantisce la certificazione di “prodotto biologico”.